menu

REMTECH 2019 : LO SPORTELLO AMIANTO NAZIONALE TRA I CONSULENTI DELL’ISPRA

In occasione del REMTECH EXPO 2019 la fiera internazionale specialistica per le Bonifiche e la gestione dei rischi ambientali, l’ ISPRA e il “Sistema Nazionale per la protezione ambientale” presenteranno ufficialmente i “Tavoli di confronto Permanenti per la gestione del ciclo dei rifiuti e la salvaguardia di Salute, Ambiente e Territorio”. Lo Sportello Amianto Nazionale è stato invitato a partecipare in qualità di esperto, insieme a Enti di Stato e Ministeri.

RemTech Expo è l’unico evento internazionale permanente specializzato sulle bonifiche, rischi ambientali e naturali, sicurezza, manutenzione, riqualificazione, rigenerazione del territorio, cambiamenti climatici e chimica circolare. Con più di 6000 Visitatori ogni anno, 270 Espositori e 100 Congressi, raccorda più di 400 Esperti del settore della Gestione del ciclo dei Rifiuti, e caratterizza la più grande piattaforma di competenza specifica Italiana rivolgendosi al pubblico di tutto il mondo.

 

Quale occasione migliore per ISPRA (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) e per il “Sistema Nazionale per la protezione ambientale” per presentare i “Tavoli di confronto permanenti per la gestione del ciclo dei rifiuti e la salvaguardia di Salute, Ambiente e Territorio” che affiancheranno lo Stato Centrale nelle future azioni di proposta e controllo per la corretta gestione del ciclo dei rifiuti verso un futuro auspicato di una Italia “Zero Waste”.

I tavoli a cui parteciperanno i migliori esperti del settore saranno suddivisi in Macro Aree tematiche e nello specifico :

Chiamati a partecipare sono lo Sportello Amianto Nazionale,  Arpa,  Commissione Bicamerale Illeciti Ambientali, Il Commissario straordinario per le Bonifiche, ISPRA, il Ministero dell’Ambiente, la Protezione Civile, Il Consiglio Nazionale degli ordini tecnici, Il Consiglio nazionale degli Ingegneri, l’Ordine dei Geometri, tutte le Università, Il Politecnico, Federchimica,  oltre che Confindustria, ENEL, l’Unione Petrolifera Italiana e una selezionatissima rappresentanza di associazioni di categoria degli Stakeholders di settore.

Fabrizio Protti Sportello Amianto Nazionale

L’obiettivo dei tavoli è rendere strutturata una cabina di confronto virtuosa che possa addivenire a soluzioni sempre più performanti per la gestione del ciclo dei rifiuti per la salvaguardia della salute delle popolazioni, dell’ambiente e dei territori.

Sono felice che lo Sportello Amianto Nazionale sia stato invitato ai tavoli in qualità di Esperto in Materia di Amianto” dichiara Fabrizio Protti Presidente dello Sportello che prosegue “E’ evidente che ad oggi il flusso di informazioni e di servizi che lo Sportello Amianto Nazionale offre affiancando più di 600 Pubbliche amministrazioni nell’informazione al cittadino per la corretta gestione del rischio amianto e trattando e risolvendo circa 200.000 “call” all’ anno, insieme alle grandi intese fatte dallo Sportello con i gestori del Patrimonio Immobiliare Italiano che di fatto ci fanno controllare il corretto monitoraggio del rischio amianto per più di 400.000 tra condomini e proprietà immobiliari in tutta Italia, rappresentano il nostro Know How ed il nostro segno distinitivo insieme alle le importanti ricerche da noi finanziate che hanno offerto allo Stato centrale soluzioni tecnologiche e scientifiche per l’identificazione e la gestione del rischio. Perciò siamo indiscutibilmente titolati senza ombra di smentita come l’ente proprietario e gestore del più grande flusso di dati specifico in materia e speriamo che ciò possa essere d’aiuto

L’augurio è che questi tavoli permanenti che nell’ottica del bene comune fanno interagire così tanti esperti chiamati in causa, possano essere futura sintesi di un lavoro efficace e possano servire a migliorare la gestione del ciclo dei rifiuti.

 

');