menu

CATANIA: “AMIANTO L’INQUADRAMENTO INDUSTRIALE EUROPEO DI BONIFICHE E SMALTIMENTO”

All’ interno dell’importantissima Kermesse Progetto Comfort, svoltasi l’11, 12 e 13 Aprile a Catania , che vede chiamati a “Conclave” i massimi esperti della Regione Siciliana ed una foltissima rappresentanza di eccellenze Nazionali ed Internazionali, in ambito di ecologia e riqualificazioni ambientali,  si è svolto un convegno Tecnico/Economico/Ecologico di notevole caratura che ha descritto lo stato dell’arte della filiera delle bonifiche e dello smaltimento in Europa e in Italia, ponendo accento su criticità e prospettive.

 

In una precisa sezione dedicata ai Bonificatori ed agli industriali del settore dello smaltimento, organizzata da Palermo Recuperi, patron di un importantissimo programma di investimenti e riqualificazioni di impianti di stoccaggio e trattamento che per indagini connesse ad illeciti sono sotto la responsabilità dell’amministrazione giudiziaria, Fabrizio Protti presidente dello Sportello Amianto Nazionale è stato ospite di punta insieme all’Ing. Salvo Cocina , dirgente “Settore Rifiuti” della Regione Siciliana nonchè presidente del comitato scientifico ed organizzatore dell’importante Kermesse per condurre una puntuale analisi sulla situazione che vede l’Italia “destrutturata” nelle soluzioni per un futuro virtuoso nelle bonifiche e nello smatimento dell’amianto e ostaggio di dinamiche che pongono il vantaggio economico sopra i benefici per la salute e l’ambiente. Dinamiche accompagnate talvolta da mancate decisioni, condizionate dall’incertezza di un quadro politico instabile che non favorisce un futuro di costruzione ma piuttosto l’introdursi di un sottobosco di gestione border line propensa a “non risolvere” per favorire gli stati di emergenza ambientale quale arma per la speculazione e la deregoulation.

La linea della Regione Siciliana sotto questo nuovo Governo pone invece al centro dell’attenzione l’ambiente , l’amianto , la salute dei cittadini e l’innovazione industriale e porterà avanti una serie di iniziative per fare si che, malgrado un quadro normativo nazionale poco allineato a quello comunitario, la regione possa introdurre comunque strumenti , analisi ed innovazione che possano determinare il crescere di un processo industriale Virtuoso ed efficace in ambito bonifiche e smaltimento.

Altissima la partecipazione degli industriali del settore che dimostrano l’ntegrità di un bacino produttivo attento ai cambiamenti e che tiene all’ambiente , determinato a costruire insieme alla politica per il futuro dinamico e più vicino all’Europa per la Sicilia.

“Il nostro intento è quello di portare innovazione ed educazione ambientale accompagnati dalla corretta informazione sulla sostenibilità dei progetti e dei percorsi innovativi e risolutori in materia ambientale” , dichiara il Direttore di Palermo Recuperi Dr. Giampiero Barrile

 

 

');