menu

ROCCA PRIORA (RM) GIRO DI VITE SU ABBANDONI E NUOVO PIANO DI MONITORAGGIO E BONIFICA

Rocca Priora (RM) 12 Aprile 2018 Una riunione fiume con un’ampia partecipazione dei cittadini che l’amministrazione comunale ha organizzato in occasione delle rassegne pomeridiane “Di Venerdì” per presentare i “Numeri Amianto” del comune per gli anni 2016 e 2017 e i nuovi servizi gratuiti ai cittadini erogati dallo Sportello Amianto Nazionale.

Una giornata serena e un pomeriggio di dibattito all’insegna della coscienza civica e del rispetto dell’Ambiente , quello organizzato dall’ Assessore Anna Gentili presso la Sala Cultura “Mario Vinci” della Biblioteca Comunale di Rocca Priora.

L’evento che pur in un Venerdì pomeriggio di sole e clima mite per i Castelli Romani ha visto una grande affluenza di pubblico, è stato l’occasione per presentare nel dettaglio una prima fase dei servizi di informazione gratuita dello Sportello Amianto Nazionale.

 

I numeri di Rocca Priora fanno intuire che l’ amministrazione comunale in carica è molto attenza al probelma dell’amianto , ora sta a capire se anche i cittadini “vivono” l’attenzione sull’amianto come un problema comune condiviso da “gestire” tutti insieme nel rispetto della salute delle generazioni future o lo prendono come un disagio ed un controllo scomodo . Ciò non farebbe onore a quanto il Comune ha messo in campo in termine di risorse e competenza per i propri cittadini.

I problemi dei Castelli Romani sono di varia natura e di complicata gestione vista la morfologia del suolo e la presenza di un parco naturale molto spesso violato da delinquenti e incivili.

 

Questa emorragia è una delle priorità dell’amministrazione che insieme allo Sportello Amianto Nazionale ha deciso di mettere in campo nel prossimo futuro delle strategie mirate per sensibilizzare e controllare in maniera attiva la cittadinanza , premiando chi mantiene un comportamento diligente e punendo chi sbaglia.

E’ una amministrazione impegnata a cui i cittadini devono rispetto per rispettare se stessi. L’ambiente è la nostra prima risorsa e solo lottando per rispettarlo avremo una via per il futuro. Perciò lo Sportello Amianto Nazionale si mette a disposizione dei cittadini di Rocca Priora” Sono le parole di Fabrizio Protti presidente dello Sportello Amianto Nazionale che ci ha tenuto ad essere personalmente presente come spesso accade alle inaugurazioni degli sportelli sul territorio Italiano.

Nel prossimo futuro oltre al servizio di informazione gratuita ai cittadini partirà una dettagliata analisi condotta dallo Sportello Amianto Nazionale insieme al Comune per determinare un percorso virtuoso che ponga al primo posto sia l’aiuto che la responsabilità del cittadino in materia di amianto.

Il programma andrà di pari passo con uno stretto controllo degli abbandoni sul territorio comunale volto a punire penalmente i criminali ambientali.

La situazione degli abbandoni bordo strada nei Comuni Italiani è devastante, come dimostra Rocca Priora se pur in una particolare condizione e lo Sportello Amianto Nazionale sta raccogliendo una serie di dati statistici nei comuni che sostengono il progetto del S.A.N. e che oramai si avvicinano a 400 amministrazioni in un solo anno.

Per come nel nostro obiettivo primario , porteremo all’ attenzione del Governo centrale numeri reali raccolti dai comuni insieme a molte  richieste motivate , necessarie ed integrate in un rinnovo dei processi operativi nella gestione del rischio amianto. 

Arriveremo a una nostra proposta di Piano Nazionale Amianto e ci porremo come determinante attiva al fianco delle amministrazioni ed in supporto allo Stato. Se questo verrà ascoltato saremo a disposzione , se non lo vorranno sentire e adotteranno parzialmente o per niente le nsotre proposte , intanto gli daremo numeri ed elementi e avremo la speranza che possano fare meglio da soli dando una “svegliata” a un problema storicamente immobile da 26 anni “ Dichiara Fabrizio Protti che prosegue : “Riteniamo necessario lo studio di un sistema che garantisca le coperture finanziarie da parte dello stato centrale o in sinergia tra più enti,  per la sostituzione dell’amministrazione nelle ordinanze sincadacali e nella gestione appunto degli abbandoni. Non solo soldi ma anche processi semplici efficaci e produttivi che diano slancio alla risoluzione del problema e che ,se necessario, escludano anche le parti dello stato che si dimostrano costantemente inefficaci tutelando comunque i Sindaci operosi ed impegnati veramente  sul territorio in eventuali citazioni e rivalse in giudizio” conclude Fabrizio Protti a fine serata in un arrivederci ai Castelli Romani e a Rocca Priora

');