menu

ANNUNCIATO IL WORKSHOP TECNICO NAZIONALE SULL’INERTIZZAZIONE

“L’inertizzazione dell’amianto é una cosa seria. Un nuovo comparto industriale in tal senso necessita di processi e leggi a garanzia di sicurezza per ambiente, salute di cittadini e lavoratori e territorio. É impensabile non normare seriamente il futuro dell’ economia circolare in materia di amianto, é un’ingiustizia verso la salute delle future generazioni, é avvilente per l’intero mondo scientifico impegnato nella sperimentazione di metodi innovativi ed è inopportuno per un’Italia paese che non si dimostra in grado di ricevere industrie ed investimenti in materia da parte di imprese virtuose pronte a portare processi sicuri per salute, ambiente e territorio, occupazione e  dare educazione al mercato contribuendo anche alla ricerca come i Francesi leader mondiali in materia e pronti ad investire subito da  noi “ Un lungo intervento di Fabrizio Protti Presidente dello Sportello Amianto Nazionale al convegno organizzato dalla Presidenza della Regione Toscana e da UGIS Unione Giornalisti Italiani Scientifici, moderato da Giovanni Caprara del Corriere della Sera.

In una sala gremita alla presenza di rappresentanti tecnici di molte Regioni Italiane, rappresentanze di municipalizzate e consorzi di gestione e molti inventori  il Presidente dello Sportello Amianto Nazionale ha annunciato entro la primavera il Workshop nazionale sull’inertizzazione dell’amianto in collaborazione con i Ministeri e gli enti di controllo.

Un consesso tecnico dove saranno messi a confronto in maniera scientifica tutti i brevetti di inertizzazione depositati al MiSe,  per la viva voce dei ricercatori, degli Scienziati e degli inventori che siconfronteranno con gli esperti e i Tecnici governativi  per definire una “opportunità di normativa”  che chiarisca regole serie per questi stabilimenti dalle autorizzazioni sin dai cicli innovativi e sperimentali sino alla fase industriale per evitare imprenditori furbi e speculatori su un settore così pericoloso e delicato come appunto é la trasformazione dell’amianto.

Tutti concordano che l’inertizzazione esiste e la Francia non é un miraggio lontano ma una realtà pronta subito e i tempi sono maturi per poter parlare di inertizzazione anche in Italia. “Riuniremo tutti e metteremo a confronto le virtù di ognuno, per creare regole e una filiera industriale per un fine vita per l’amianto sicuro per salute,  ambiente,  lavoratori e territori” Le parole di Protti “Presto comunicheremo le date dell’evento nazionale che si articolerà in più luoghi  su più giorni di importanti riunioni  dal quale scaturirà  un documento importante per il futuro della battaglia” Le location dell’evento toccheranno oltre che le sedi ministeriali e della politica anche le Regioni pronte ad investire in concreto nel futuro amianto ZERO.

');