menu

IPPODROMO DI FERRARA AL VIA LA BONIFICA DELLE STALLE GRAZIE ALL’INTERVENTO DI AEAC

Prosegue l’incessante impegno sul territorio Italiano delle associazioni del Comitato scientifico dello Sportello Amianto Nazionale.

Nel Ferrarese l’ impegno e la competenza di AEAC ASSOCIAZIONE ESPOSTI AMIANTO e ALTRI CANCEROGENI tramite l’ intervento della Sua equipe tecnica coordinata dal Suo presidente Alberto Alberti ha contribuito in maniera determinante alla risoluzione di un problema da tempo fonte di preoccupazione per la cittadinanza e pericoloso per la salute pubblica.

E’ di questi giorni la notizia divulgata dal Comune di Ferrara che annuncia la bonifica della copertura in Cemento Amianto delle 3 stalle dell’ippodromo.

Il Presidente AEAC Alberto Alberti esprime massima soddisfazione per l’approvazione determinata dal Comune del progetto esecutivo da 220mila euro, con base di appalto di 139mila euro che permetterà la bonifica.

Il prossimo passo che AEAC monitorerà rigurarda l’assegnazione dei lavori che dovrebbe avvenire secondo quanto comunicato dal Comune di Ferrara mediante procedura negoziata nel prossimo mese e mezzo, dopo la consultazione di dieci operatori del settore (invitati dopo la pubblicazione di un avviso nella sezione Amministrazione Trasparente – Bandi e Cintratti del sito del Comune).

L’aggiudicazione del lavoro sarà punto altrettanto importante rispetto all’esecuzione dell’intervento , non solo per la delicatezza dello stesso trattandosi di amianto, ma anche perchè lo Stato impone precisi ed imprescindibili criteri per l’assegnazione dei lavori da parte di enti pubblici e confidiamo nel rispetto delle procedure su cui tramite AEAC membro del nostro comitato scientifico monitoreremo pronti anche come sempre ad aiutare il Comune o se necessario ad agire presso gli organismi competenti in caso di mancato rispetto dei criteri imprescindibili e delle leggi” dichiara Fabrizio Protti dello Sportello Amianto Nazionale che prosegue “Siamo certi comunque che tutto verrà fatto per il meglio, sia per la competenza e correttezza del Comune di Ferrara , sia e sopratutto per il costante monitoraggio della AEAC e del Suo Presidente Alberto Alberti illustrissimi membri del nostro comitato scientifico.

Per finanziare il progetto sarà utilizzato parte dell’avanzo economico derivante dai trasferimenti destinati al Comune di Ferrara a titolo di rimborso per il minor gettito Imu dovuto all’esenzione degli immobili nelle zone colpite dal sisma del 2012.

Un grazie di Cuore ad AEAC da parte dello Sportello Amianto Nazionale e sopratutto dei cittadini di Ferrara.

');