menu

PRESENTATO L’ULTIMO RAPPORTO SUL MESOTELIOMA PLEURICO A CURA DELL’ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA’

A cura di Lucia Fazzo e Pietro Comba , viene presentato a Roma dall’Istituto Superiore di Sanità l’ ultimo rapporto aggiornato di mortalità per Mesotelioma Pleurico , periodo 2003/20014.

Lo Sportello Amianto Nazionale , con autorizzazione degli Autori, propone il Rapporto integrale Ufficiale dell’Istituto Superiore di Sanità.

La mappatura della mortalità per mesotelioma pleurico nei comuni italiani costituisce una attività di sorveglianza epidemiologica avviata già prima del bando dell’utilizzo di amianto stabilito dalla Legge 257 del 1992 e proseguita successivamente . I dati prodotti da questo sistema di sorveglianza hanno contribuito a stimare l’impatto sanitario dell’amianto in Italia, a evidenziare situazioni a rischio precedentemente misconosciute e a definire criteri per l’individuazione delle priorità degli interventi a carattere preventivo. Questi dati sono inoltre stati estesamente utilizzati nell’ambito della Prima e della Seconda Conferenza Nazionale Amianto, tenutesi rispettivamente a Roma nel 1999 e a Venezia nel 2012.
Nella fase di preparazione della Terza Conferenza Nazionale Amianto (Casale Monferrato, 24-25 novembre 2017) è parso quindi opportuno presentare un aggiornamento delle precedenti analisi, integrato da un approfondimento relativo ai mesoteliomi da fluoro-edenite – fibra asbestiforme presente in Sicilia e definita cancerogena dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (International Agency for Research on Cancer, IARC) di Lione nel 2014 – e da una riflessione su come comunicare alle comunità interessate la presenza di un eccesso di mortalità per mesotelioma pleurico nei territori in cui risiedono e lavorano.
Il presente rapporto si propone di essere uno strumento di lavoro per le istituzioni ambientali e sanitarie, gli amministratori locali e le associazioni delle vittime.

Con questo spirito descritto dai Curatori del Volume , lo Sportello Amianto Nazionale pubblica integralmente il Rapporto con la speranza sia traccia per il decisore politico, per le parti sociali e per gli Stakeholder al fine di implementare quanto prima aspetti e strategie che portino ad un Italia Libera dall’ Amianto.

 

Clicca sull’immagine per aprire il Rapporto

');