REGIONE LAZIO APPROVA L’ART.2 DELLA LEGGE REGIONALE: SI ALLA SORVEGLIANZA SANITARIA E APERTURA SPORTELLI AMIANTO

La Regione Lazio approva la manovra di bilancio e trasforma in legge anche l’articolo 2 della proposta di legge regionale n.93/2013 presentata dalla consigliera PD Cristiana Avenali, in qualità di prima firmataria che introduce importanti novità in materia di AMIANTO.
La legge introduce la sorveglianza sanitaria per gli esposti, ex esposti e potenzialmente esposti all’amianto per motivi di lavoro, familiari o ambientali, garantendo appunto il monitoraggio e l’ assistenza a chiunque sia stato direttamente o indirettamente esposto all’ amianto.
Secondo i dati del Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale, i casi registrati di Mesotelioma maligno dal 1 gennaio 2001 al 31 dicembre 2015 sono 1122, con un incremento di 80 nell’ultimo anno, e le conseguenze di un uso eccessivo e improprio della fibra killer devono ancora manifestarsi in tutta la loro gravità e lo faranno nei prossimi anni.

Consigliere Cristiana Avenali

Per questo la Regione ha ben recepito il grandissimo lavoro messo in atto dalla Consigliera Avenali che fianco a fianco con le associazioni del territorio ha scritto una proposta di legge efficace che cambierà radicalmente la battaglia contro la fibra killer e ha posto il primo segnale di inversione di tendenza su questo tema sanitario ed ambientale enorme ed urgente che deve essere affrontato in squadra tramite la messa in opera di iniziative concrete.
Da qui l’inclusione nella legge dell’istituzione di Sportelli Amianto in tutto il Lazio, con immediata efficacia nelle aree più colpite da malattie asbesto correlate.
Lo Sportello Amianto quindi come punto e strumento determinante nella battaglia, quale organo di riferimento al servizio del cittadino per informare, sensibilizzare, far conoscere e diffondere buone pratiche informazioni e istruzione in materia di Amianto.

Maura Crudeli A.I.E.A.

“Come rappresentante dello Sportello Amianto Nazionale sono riconoscente alla Consigliera Cristiana Avenali per il grande lavoro svolto insieme alle associazioni del territorio e perciò mi sento di ringraziare a nome di tutte le associazioni anche la D.ssa Maura Crudeli presidente di AIEA che ha svolto un ruolo di coordinamento e condiviso tutte le informazioni che hanno portato la Consigliera a prendere questa importante iniziativa e scrivere questo efficace testo di legge. Questo è lo spirito con cui opera lo Sportello Amianto che pone al centro il problema, unisce competenze e stimola i territori offrendo servizi al servizio della risoluzione” dichiara Fabrizio Protti Presidente dello Sportello Amianto Nazionale che prosegue “attiveremo immediatamente tutti i processi necessari alle aperture degli sportelli in Lazio che garantiranno assistenza formazione e informazione ai cittadini e ai lavoratori privati e delle pubbliche amministrazioni, sia per problemi e assistenze medico, sanitario , legali sia per il corretto smaltimento e bonifica. Ci impegneremo, entro il 2017 a contattare tutti i Comuni del Lazio per adottare tutte le misure necessarie ad aprire gli Sportelli Amianto. Ci auguriamo che le Amministrazioni locali dimostrino sensibilità verso il problema e anche in vista di questa legge rispondano velocemente così da permetterci l’apertura entro l’anno in corso, del maggior numero di Sportelli Amianto possibili sul territorio Laziale. Cominceremo come condiviso con la prima firmataria della legge dai luoghi in cui il problema è più sentito”. Conclude la Avenali:
«È la concretizzazione di un lavoro che porto avanti sin dai primi mesi in consiglio, con la collaborazione ed il dialogo continuo con associazioni, comitati, cittadini, Asl. Sempre attraverso il confronto e la partecipazione attueremo la legge affinché il provvedimento sia veramente utile ed efficace».

Fabrizio Protti S.A.N.

Get started

If you want to get a free consultation without any obligations, fill in the form below and we'll get in touch with you.